Tutti coloro che ci seguono attendevano con ansia il termine del concorso per scoprire i vincitori ma soprattutto per poter ammirare e confrontare i progetti che i cittadini desidererebbero veder realizzati a Torre.

Di seguito riportiamo i sei progetti presentati e che saranno valutati entro il 10 giugno dalla giuria che vi presenteremo nei prossimi giorni.

Titolo: Volare sulle onde
Descrizione: Ogni anno si potrebbe promuovere una gara di aquiloni
Autore: Giovanni Cirillo
Titolo: Fianco d’a-mare
Descrizione: Propongo di livellare il dorso della curva portuale ritratta in foto e attrezzarla con sofà/sedute/panchine (gazebo, postazioni, insomma sedute spot) che possano ospitare pubblicamente persone a godere dello spettacolo visibile da questo punto.
Autore: Antonietta Uliano
Titolo: Rivalutiamo il Porto
Descrizione: Da anni gli archi della ferrovia sono abbandonati, recentemente sono stati ristrutturati, penso che è venuta anche l’ora di utilizzarli.
Autore: Carmela Orlanducci
Titolo: Quadrilatero delle Carceri.
Descrizione: Abbattimento di tutti i palazzi fatiscenti e creazione di parchi verdi. Mi piacerebbe vedere 10 alberi piantati per ogni palazzo abbattuto. Aree attrezzate con panchine, area cani, giostrine, wifi gratuito, angoli ricarica, zona picnic e palestra all’ aperto. Da Quadrilatero delle carceri a Quadrilatero della Libertà.
Autore: Gaetano Magro
Titolo: Se mi vuoi bene rendimi più bella
Descrizione: Recupero della spiaggia zona Rovigliano. Quando mi dicono, hanno chiuso le fabbriche a Torre, io rispondo non dovevano essere proprio aperte. La nostra economia si doveva basare sul turismo, sull’agricoltura a monte e non si doveva permettere di chiudere i tanti pastifici.
Autore: Ciro Miele
Titolo: Il Belvedere di Torre Annunziata
Descrizione: L’obbiettivo è di riqualificare l’area sfruttando il potenziale del luogo, rendendo più piacevole la veduta sulla nostra bellissima città grazie a delle apposite ringhiere in vetro trasparente, pavimentazione illuminata e comode panchine. Non meno importante è l’aspetto sicurezza: il progetto renderebbe meno insidiosa la circolazione, evitando pericolosi assembramenti sul marciapiede.
Autore: Anna Caso
Titolo: Il Luogo dei Pensieri
Descrizione: Il sito si trova in Via Caravelli. Tutti i giorni (da circa 30 anni) mi piace soffermarmi e guardare l’orizzonte dove lo sguardo si perde verso il mare e penso come sarebbe bello riattarlo in un parco che i cittadini possano utilizzare per lo sport, una passeggiata oppure una semplice e tranquilla lettura di un giornale su una comoda panchina all’ombra delle specie arboree presenti e che andrebbero di sicuro salvaguardate.
Autore: Elena Ricciardi
Titolo: Una grata vista mare
Descrizione: Percorrendo la caratteristica scalinata Discesa Equipaggi, una delle tante rampe che da Corso Vittorio Emanuele III permette di raggiungere Via Caracciolo, si arriva davanti ad una grata che blocca il passaggio pedonale. Una grata che costringe il pedone a percorrere la galleria in cui il marciapiede si potrebbe dire che è “assente”.
Gli Enti potrebbero restaurare questa rampa, creando un passaggio pedonale accessibile a tutti. Per abbellirlo e renderlo un punto di partenza per il restyling tutte le rampe presenti in zona, potrebbero decorarlo con un murales realizzato dagli studenti del Liceo Artistico “Giorgio de Chirico”.
Autore: Antonio Gargiulo


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.